#lunedì #ilpaneachiserve #piattoantispreco

#lunedì #ilpaneachiserve #piattoantispreco

Oggi presentiamo come piatto anti-spreco del giorno gli gnocchetti di pane. Un primo gustoso e semplice che ci offre la possibilità di dare spazio alla nostra fantasia. Possiamo condire i nostri gnocchetti con burro fuso, ricotta affumicata, o in un delizioso brodo di carne, aromatizzarli con la noce moscata o mantecarli con burro e salvia. Noi abbiamo pensato di tuffarli in un classico sugo mediterraneo a base di pomodorini e basilico.

A voi la scelta.

Buon appetito.

 

Ingredienti

200 gr di pane raffermo

150 ml di latte

1 uovo

80 – 100 gr di farina 00

20 gr di parmigiano reggiano grattugiato

salsa di pomodorini

qualche foglia di basilico e di prezzemolo

olio extravergine d’oliva

sale e pepe

 

Preparazione

Eliminiamo la crosta dalla fette di pane raffermo, tagliamo la mollica a cubetti e riponiamola in una ciotola.

Versiamoci sopra il latte e lasciamo riposare per 30 minuti mentre tritiamo e aggiungiamo qualche foglia di basilico e di prezzemolo insieme al parmigiano, uovo sbattuto, sale e pepe.

Mescoliamo con un cucchiaio di legno dall’alto al basso affinché il pane possa assorbire i liquidi.

Appena abbiamo ottenuto un composto umido e non troppo appiccicoso, iniziamo a dare forma ai nostri gnocchi prendendo con un cucchiaio una piccolo porzione alla volta, lavorandola delicatamente con le mani.

Disponiamo gli gnocchi su un vassoio ricoperto con carta da forno poi cuociamoli in un tegame con acqua salata che portiamo a ebollizione.

Appena vengono a galla, li raccogliamo uno a uno e li tuffiamo nel sugo.

Condiamoli con un filo di olio con qualche fogliolina di basilico

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Alimentari: meno spreco alimentare, meno tasse da pagare

Alimentari: meno spreco alimentare, meno tasse da pagare

Gli obiettivi sono “Chiari“. Chi contrasta e riduce lo spreco alimentare godrà di un risparmio sulle tasse.

Questo l’ambizioso progetto nato dalla sinergia tra la municipalizzata ChiariServizi e l’ amministrazione comunale. L’iniziativa avrà come protagonisti i negozi clarensi. I commercianti una volta aderito, entreranno a far parte di un programma strutturato, che punterà alla redistribuzione di generi alimentari non più in vendita ma ancora consumabili. Così riducendo la quantità di rifiuti aiuteranno le persone in difficoltà, ottenendo in cambio sconti sulla Tari, la tassa dei rifiuti.

Il primo step è già stato completato: una settimana fa il consiglio comunale ha approvato le modifiche al regolamento Tari: in fase di approvazione delle tariffe potranno essere concesse riduzioni a utenze non domestiche che producono o distribuiscono beni alimentari e che a titolo gratuito cedono, direttamente o indirettamente le eccedenze ai bisognosi. Per partecipare i commercianti dovranno rivolgersi a ChiariServizi, che caso per caso stabilirà lo sconto da applicare a seconda della tipologia di attività svolta.

Il progetto sposa perfettamente l’ampio contesto solidale attivo nel comune bresciano. Esempio lampante, la Dispensa solidale a cui aderiscono 163 utenti. Nato nel 2015 grazie all’iniziativa dell’assessorato alle Politiche sociali e di numerose associazioni di volontariato tra cui le ACLI.

 

fonti:

http://www.giornaledibrescia.it/

 

 

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Pane dolce alla cannella

Pane dolce alla cannella

INGREDIENTI PER 4 PERSONE: PANE DOLCE ALLA CANNELLA

  • 10 fette di pan carrè o fette di pane raffermo
  • 200 ml di latte
  • 200 ml di panna
  • 1 uovo
  • 100 g di zucchero semolato
  • un cucchiaino di cannella in polvere
  • burro
  • zucchero a velo
  • stampini per pudding

PROCEDIMENTO:

  1. Far ammorbidire il burro e spalmarlo sulle fette di pan carrè o di pane raffermo
  2. Versare in un pentolino la panna,  il latte e la cannella. Girare e portare a bollore. Far intiepidire.
  3. Sbattere l’uovo, unire lo zucchero e continuare a sbattere. Quando si sarà ben amalgamato aggiungere il latte con la panna e mescolare il tutto.
  4. Foderare con il pan carrè 4 stampini, coprire anche il fondo. Versare su ogni stampino il composto fino a coprire leggermente il pan carrè.
  5. In forno preriscaldato a 170°C per 40/45 minuti circa. Spolverizzare con zucchero a velo.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Spreco alimentare, approvata la legge per recupero e donazione del cibo.

Spreco alimentare, approvata la legge per recupero e donazione del cibo.

Semplificazioni burocratiche che dovrebbero facilitare le donazioni di cibo e farmaci, un fondo per finanziare progetti anti spreco, l’allargamento della platea degli operatori che potranno ritirare le eccedenze, linee guida ad hoc per i gestori delle mense.

La legge contro gli sprechi alimentari, approvata in via definitiva dal Senato, secondo la relatrice dem Maria Chiara Gadda è “una promessa mantenuta”. Onlus e fondazioni che si occupano di recupero e distribuzione di alimenti apprezzano e sperano che la nuova normativa raggiunga l’obiettivo di dimezzare gli alimenti sprecati, il cui valore secondo l’Osservatorio Waste Watcher di Last minute market ammonta in Italia a oltre 8 miliardi di eurol’anno.

Sì alla donazione di alimenti oltre la data di conservazione se in buono stato – Diversamente da quanto accade oggi, potranno essere regalati gli alimenti che hanno superato il termine per la conservazione indicato con l’espressione “da consumarsi entro il…”, purché siano garantite le giuste condizioni di conservazione e l’integrità dell’imballaggio.

Possibile sconto sulla Tari per chi dona: decidono i Comuni – La legge dà ai Comuni la facoltà di ridurre la tariffa sui rifiuti alle attività commerciali e produttive che si occupano di alimenti e che a titolo gratuito li cedono agli indigenti e alle persone in condizioni di bisogno.

 

Fonte:

http://www.ilfattoquotidiano.it/

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Torta al formaggio: la ricetta appetitosa che recupera  il pane raffermo

Torta al formaggio: la ricetta appetitosa che recupera il pane raffermo

Per realizzare questa ricetta occorre avere del pane in avanzo che non abbiamo consumato e che si sta facendo secco e duro. Ecco come recuperarlo senza sprechi con questa ricetta semplicissima:

INGREDIENTI:

  • 10 fette di pane
  • 250 gr di formaggio (tipo groviera)
  • 600 ml di latte
  • 2 uova
  • 1 pizzico di noce moscata
  • Sale e pepe qb

 

PREPARAZIONE:

  1. Accendete il forno a 180°
  2. Foderate una teglia con carta forno
  3. Tagliate il formaggio in 10 fettine e formate due strati sulla teglia: prima il pane, poi il formaggio e cosi via
  4. In una ciotola sbattete leggermente le uova con i rebbi di una forchetta, unite il latte, il sale, il pepee la noce moscata
  5. Versate il composto sulle fette di pane e formaggio
  6. Infornate per 30 minuti o fino a quando si formerà sulla superficie una crosticina dorata

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Polpette di pane e zucchine

Polpette di pane e zucchine

Le polpette di pane e zucchine sono una variante ricca e gustosa alle solite e semplicissime polpette di pane raffermo. Sono ottime gustate fredde si possono anche cuocere in forno. Vediamo insieme la ricetta..

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 g di pane raffermo
  • 600 g di zucchine
  • 3 uova medie
  • pangrattato q.b.
  • olio per friggere
  • sale pepe
  • formaggio grattugiato q.b.

Preparazione:

  1. Spuntare e lavare le zucchine. Tagliarle a tocchetti piccolissimi oppure ridurle a pezzettini con una grattugia a fori grandi. Sistemarle in uno scolapasta e cospargerle con un po’ di sale fino. Sotto peso per circa 30 minuti.
  2. Sempre con la grattugia a fori grandi grattugiare  il pane raffermo
  3. Strizzare con le mani le zucchine per eliminare quanta più acqua di vegetazione.
  4. In una ciotola capiente aggiungere le zucchine ben strizzate, il pane grattugiato, le uova, il formaggio e regolare di sale e pepe (attenzione le zucchine sono già un po’salate). Impastare tutti gli ingredienti sino a ottenere un impasto compatto, ben amalgamato e non molto duro (se dovesse risultare troppo molliccio aggiungere un po’ di pan grattato)
  5. Con le mani bagnate formare le polpette tonde o un po’ appiattite.
  6. Portare a giusta temperatura l’olio per frittura ( verificare la temperatura con uno stecchino immerso nell’olio: se si formano delle bollicine intorno è pronto), immergere le polpette, girarle spesso e cuocerle fino a doratura uniforme.
  7. Scolarle e sistemarle su carta assorbente.
  8. Servire le polpette di pane e zucchine calde o fredde.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Lievita la rete del progetto il Pane a Chi Serve 2.0

Lievita la rete del progetto il Pane a Chi Serve 2.0

profumo di pane

Parte un nuovo matching tra “Profumo di Pane” e l’associazione ” Sempre insieme per la pace”.

In foto abbiamo dalla sinistra Priscilla (proprietario del forno) e Cristina Valesani (responsabile organizzativa dell’associazione).

Con questo nuovo matching contiamo 45 associazioni nella rete del progetto.

http://sempreinsiemeperlapaceonlus.org/1/l_associazione_174423.html

https://www.facebook.com/profumodipanesnc/

#lievitiamo

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Nuovo matching: profumo di Pane e Associazione Arkegos

Nuovo matching: profumo di Pane e Associazione Arkegos

E’ partito lo scorso 7 Ottobre il nuovo matching  tra Arkegos, associazione di ricerca e promozione sociale, e il forno Profumo di Pane. New entries  sono l’Associazione Arkegos  che consegna una volta al mese dei pacchi di alimenti alle famiglie indigenti, e il forno Profumo di Pane che  si trova nel IV Municipio, in Via di Casal de’ Pazzi.

Con il supporto e l’aiuto dei volontari de Il Pane a chi Serve, Arkegos  potrà così ritirare il pane invenduto e ridistribuirlo alle famiglie bisognose.

Buon Lavoro al nuovo Forno e all’Associazione!

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Tag:, , , , ,
Pane a Chi Serve: raccolte quasi 30 tonnellate nei primi 6 mesi del 2016

Pane a Chi Serve: raccolte quasi 30 tonnellate nei primi 6 mesi del 2016

Secondo i dati raccolti dalle ACLI di Roma, nel corso dei primi 6 mesi del 2016 il Pane a Chi Serve ha raccolto e redistribuito quasi 30 tonnellate di pane, per la precisione 29.464 kg di pane raccolto. Il che significa che mediamente con Il Pane a Chi Serve operatori e volontari delle ACLI di Roma e delle associazioni che partecipano al progetto riescono a raccogliere mediamente 5 tonnellate di pane al mese.

La maggior quantità di pane raccolto è stata registrata nei mesi di Febbraio, Marzo e Aprile, con oltre 5 tonnellate di pane redistribuito, mentre con l’estate, l’arrivo delle vacanze e il rallentamento di alcune attività, anche la quantità di pane raccolto e redistribuito è diminuita.

Semestrale_pane

Il Pane a Chi Serve però non va in vacanza: nel solo mese di Luglio 2016 sono stati raccolti 3.576 kg di pane e anche nel mese di Agosto operatori e volontari delle ACLI di Roma e delle associazioni che partecipano al progetto sono attivi, accanto ai panificatori e ai forni che non chiudono per ferie. Se volete contattare direttamente gli operatori di progetto inviate una mail a info@ilpaneachiserve.it o visitate la nostra pagina Facebook.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Tag:, , ,
Legge contro gli sprechi alimentari: via libera del Senato

Legge contro gli sprechi alimentari: via libera del Senato

Dopo l’approvazione alla Camera dello scorso Marzo, è stata approvata ieri, 1 Agosto 2016, la  Legge 2290 “Disposizioni concernenti la donazione e la distribuzione di prodotti alimentari e farmaceutici a fini di solidarietà sociale e per la limitazione degli sprechi”, la legge cioè per la lotta allo spreco di cibo, mission che ci vede quotidianamente impegnati.

Rispetto all’analogo provvedimento approvato in Francia sei mesi fa, la normativa italiana non agisce in senso punitivo, ma in senso promozionale: semplificazione burocratica e incentivi fiscali per coloro che doneranno il cibo in eccesso, senza buttarlo. Nella legge si parla in modo esplicito di pane: sarà possibile donarlo nell’arco delle 24 ore dalla produzione. Potranno donare anche le mense aziendali e scolastiche, così come i ristoranti che saranno impegnati anche a promuovere l’utilizzo delle family bag, i contenitori per portare a casa il cibo avanzato.

Un bel riconoscimento per chi si occupa da anni della raccolta e redistribuzione del pane invenduto: “Esprimiamo grande soddisfazione per l’approvazione definitva di questa legge, commenta Lidia Borzì presidente delle ACLI di Roma, e siamo sicuri che grazie a questa legge il pane a chi serve 2.0 lieviterà ulteriormente”

Potete leggere la notizia su:

Avvenire.it

Repubblica.it

 

 

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Tag:, , , ,
Pagina 1 di 41234