Il talento del Cibo che serve

Il talento del Cibo che serve

  • Postato: Mar 14, 2019
  • Di:
  • Commenti: 0

“Con il talento si vincono le partite, ma è con il lavoro di squadra che si vincono i campionati” – diceva il campione di basket statunitense Michael Jordan.

Allora siamo fortunati perché per vincere il nostro campionato e contribuire nel nostro piccolo ad abbattere lo spreco alimentare e aiutare chi aiuta, possiamo contare su una #squadra davvero speciale, arricchita dalle tante persone che quotidianamente offrono il loro sostegno a chi è in difficoltà.

Ieri siamo rimasti colpiti  dalla carica e dalla forza di volontà di Don Michele della Parrocchia “Sacro Cuore di Gesù” di Guidonia che ci ha raggiunto al Centro Agroalimentare Roma e ha caricato sul suo furgone i 230 kg di frutta e verdura recuperata dai banchi del CAR, dal nostro team antispreco.

Zucchine, peperoni, cavolfiori, carciofi, mele e arance arrivate direttamente sul tavolo delle Parrocchie “San Luigi Gonzaga”, “San Giuseppe Artigiano”, “Cristo Re” e “Sacro Cuore di Gesù”, tutte realtà di Guidonia coinvolte nella rete solidale del nostro progetto.

 

La frutta del Cibo che serve in giro per la Capitale

La frutta del Cibo che serve in giro per la Capitale

  • Postato: Mar 01, 2019
  • Di:
  • Commenti: 0

Il tempo delle mele…dei kiwy e delle pere per il progetto “Il cibo che serve” grazie alla collaborazione con la Casa Famiglia “Lodovico Pavoni” che ha donato in settimana ottocento venti kg di frutta. Un’occasione troppo ghiotta per contrastare lo spreco e  aiutare enti solidali, associazioni e parrocchie che  sono tutti i giorni al servizio delle persone in difficoltà. Così il team del Cibo che serve è sceso per le strade della Capitale, carico di frutta ed energia.

Prima si è diretto verso Corviale, dove, tramite il presidio solidale attivo presso il quartiere, ha consegnato la frutta recuperata alla Parrocchia San Paolo della Croce, agli Amici di Opera Nazionale per le Città dei Ragazzi, all’Associazione Casa della Misericordia di via Casilina e alla Congregazione Delle Pie Discepole Del Divin Maestro di Corviale.

In seguito la bussola anti spreco ha portato la nostra squadra nowaste nel cuore di Roma, Garbatella. Qui il carico di frutta ha raggiunto la Chiesa Evangelica Battista Garbatella e l’Associazione di Volontariato Onlus Figli di Maria per i piccoli. Infine il tragitto della solidarietà si è concluso al Rione Monti, al nostro presidio solidale attivo a Santa Maria Monti, dove sabato 2 marzo la frutta verrà distribuita alle famiglie più bisognose.

VI Giornata Nazionale di Prevenzione allo Spreco Alimentare

VI Giornata Nazionale di Prevenzione allo Spreco Alimentare

  • Postato: Feb 04, 2019
  • Di:
  • Commenti: 0

Martedì 5 febbraio 2018, in occasione della VI Giornata Nazionale di Prevenzione allo Spreco Alimentare, presso la sede dell’ENPAM, in piazza Vittorio Emanuele II 78, si terrà alle ore 10.30 l’evento “Primo: Non Sprecare – Alimentare il valore del cibo”, che rientra nelle manifestazioni ufficiali della Giornata promossa dallacampagna Spreco Zero e dal progetto 60 Sei ZERO del Ministero dell’Ambiente Università di Bologna – Distal (Dipartimento di cienze e Tecnologie Agroalimentari).

La Giornata si aprirà con una lezione di educazione e prevenzione allo spreco alimentare alla quale parteciperanno Alberto Oliveti, presidente della Fondazione Enpam, Andrea Segrè, presidente di Last Minute Market, Luca Falasconi, coordinatore della Giornata Nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare e Lidia Borzì, presidente delle ACLI di Roma e provincia. Sono previsti anche alcuni sketch sul tema a cura della Compagnia Teatrale Punto&Virgola delle ACLI di Roma.

Una dimostrazione di buone pratiche per prevenire lo spreco alimentare sarà offerta da un gruppo di studenti dell’Istituto Alberghiero Gioberti di Roma, impegnati nella preparazione e illustrazione di un piatto realizzato con cibo di recupero dalle eccedenze e dai prodotti a ridosso di scadenza.

L’evento è promosso dall’ENPAM nella cornice di Piazza della Salute insieme al Municipio Roma I Centro e alle ACLI di Roma e provincia.

In questa occasione le ACLI di Roma presenteranno anche gli sviluppi del progetto “Il Cibo Che Serve”, grazie al quale nel solo 2018 sono stati recuperati 39.581 kg di pane (124.558 kg dall’inizio del progetto) e 7.258 kg di ortofrutta invenduti, per un valore economico di circa €107.000 (335.000 euro se consideriamo il periodo dall’avvio dell’iniziativa), un totale di 4.000 poveri raggiunti ogni giorno attraverso la rete degli enti caritatevoli e oltre 1.000.000 di pasti accompagnati.

“Questa giornata – dichiara Lidia Borzì, presidente delle ACLI di Roma e provincia – ha per noi un significato particolare, perché la lotta allo spreco alimentare è diventata una delle nostre battaglie principali alla quale affianchiamo un forte impegno per la prevenzione e la promozione di stili di vita sani attraverso iniziative di educazione e sensibilizzazione che coinvolgono anche i più piccoli”.

“Inoltre – aggiunge Borzì – il nostro progetto non soltanto ottiene risultati importantissimi in termini numerici e mette in rete 45 esercizi commerciali, 50 enti solidali e 6 Municipi della Capitale, ma allo stesso tempo propone percorsi di inclusione attiva, per non offrire alle persone indigenti soltanto un pasto, ma una vera occasione per reinserirsi nella società. È proprio con questo spirito che sono nati nella città di Roma 6 presidi solidali, punti di distribuzione delle eccedenze alimentari recuperate, ma anche luoghi in cui assicuriamo esigibilità dei diritti, assistenza socio-sanitaria, sportelli di sostegno psicologico e occasioni di aggregazione. Allo stesso tempo è stata realizzata “Roma che Serve”, un’app gratuita per gli smartphone, che da un lato semplifica le donazioni di cibo, ai fini solidali, da parte delle realtà produttive a favore delle associazioni caritatevoli, e dall’altro lato permette a chi vive situazioni di bisogno di scoprire a Roma e provincia dove potersi rivolgersi per trovare da mangiare, un letto per dormire o un posto per lavarsi”.

Solidarietà stellata. Benvenuto Casa Coppelle

Solidarietà stellata. Benvenuto Casa Coppelle

  • Postato: Feb 01, 2019
  • Di:
  • Commenti: 0

Il Cibo che serve sposa l’alta cucina grazie all’ingresso del ristorante Casa Coppelle.

Grazie ai suoi piatti caratterizzati da una liason perfetta tra la schiettezza e la genuinità della tradizionale cucina romana e la raffinatezza della migliore cucina francese, il ristorante situato nel cuore di Roma (a pochi passi dal Pantheon) è entrato dal 2016 nella Guida Michelin e ha ottenuto nel 2017 due forchette rosse.

Da oggi, grazie alla preziosa collaborazione con l’Associazione AiBi Amici dei Bambini,che ha presentato allo staff del Cibo che serve questa realtà d’eccellenza, entra nella rete di donatori del progetto, che ha come obiettivo quello di contrastare quotidianamente lo spreco alimentare e la povertà nella città di Roma.