La crociera del recupero alimentare, a tutta dritta contro lo spreco

La crociera del recupero alimentare, a tutta dritta contro lo spreco

  • Postato: Dic 13, 2017
  • Di:
  • Commenti: 0

Nel “mare magnum” dello spreco alimentare c’è una nave che ha deciso di brillare. E’ la Costa Diadema, ammiraglia della compagnia italiana Costa Crociere.

Durante i suoi appuntamenti di crociera in lungo e largo per il Mar Mediterraneo ha trasformato i suoi scali in occasioni  per donare gli alimenti in avanzo cucinati dai 150 chef di bordo.
L’iniziativa è frutto dell’accordo di fine luglio tra la Compagnia Costa Crociere e la Fondazione Banco Alimentare Onlus che insieme hanno tracciato una nuova rotta: portare in mare per la prima volta nel mondo la lotta allo spreco di cibo.

In 5 mesi tutti i sabati dopo l’attracco al porto di Savona sono stati recuperati i pasti preparati ma non consumati a bordo della nave per un totale di 8.500 porzioni.
Così code alla vaccinara e gnocchi alla romana sono finiti sulle tavole dei minori a rischio sociale di età compresa tra i 15 ed i 18 anni accolti dalla comunità “L’ Ancora”. 

Ora la direzione della bussola anti spreco ha puntato su Civitavecchia.
Il porto laziale è entrato da inizio dicembre nella mappa della solidarietà della Diadema. Ogni giovedì, il giorno precedente allo scalo, al termine della cena saranno raccolti tutti i piatti, i “ready to eat”, cucinati nelle diverse aree di ristorazione della nave.
Poi posti in contenitori di alluminio, sigillati ed etichettati saranno consegnati ogni venerdì ai volontari del Banco Alimentare. Destinataria finale la onlus “La Repubblica dei Ragazzi”, comunità dell’Aurelia Antica, che ospita ed assiste ragazzi con gravi problemi familiari.

La rotta sembra destinata ad arricchirsi di nuovi scali solidali.
Banco Alimentare e Costa Crociera hanno scoperto un autentico tesoro.

Fonti
roma.repubblica.it/cronaca
costa-crociera-e-banco-alimentare

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS