Pane a Chi Serve: raccolte quasi 30 tonnellate nei primi 6 mesi del 2016

Pane a Chi Serve: raccolte quasi 30 tonnellate nei primi 6 mesi del 2016

Secondo i dati raccolti dalle ACLI di Roma, nel corso dei primi 6 mesi del 2016 il Pane a Chi Serve ha raccolto e redistribuito quasi 30 tonnellate di pane, per la precisione 29.464 kg di pane raccolto. Il che significa che mediamente con Il Pane a Chi Serve operatori e volontari delle ACLI di Roma e delle associazioni che partecipano al progetto riescono a raccogliere mediamente 5 tonnellate di pane al mese.

La maggior quantità di pane raccolto è stata registrata nei mesi di Febbraio, Marzo e Aprile, con oltre 5 tonnellate di pane redistribuito, mentre con l’estate, l’arrivo delle vacanze e il rallentamento di alcune attività, anche la quantità di pane raccolto e redistribuito è diminuita.

Semestrale_pane

Il Pane a Chi Serve però non va in vacanza: nel solo mese di Luglio 2016 sono stati raccolti 3.576 kg di pane e anche nel mese di Agosto operatori e volontari delle ACLI di Roma e delle associazioni che partecipano al progetto sono attivi, accanto ai panificatori e ai forni che non chiudono per ferie. Se volete contattare direttamente gli operatori di progetto inviate una mail a info@ilpaneachiserve.it o visitate la nostra pagina Facebook.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Tag:, , ,
Legge contro gli sprechi alimentari: via libera del Senato

Legge contro gli sprechi alimentari: via libera del Senato

Dopo l’approvazione alla Camera dello scorso Marzo, è stata approvata ieri, 1 Agosto 2016, la  Legge 2290 “Disposizioni concernenti la donazione e la distribuzione di prodotti alimentari e farmaceutici a fini di solidarietà sociale e per la limitazione degli sprechi”, la legge cioè per la lotta allo spreco di cibo, mission che ci vede quotidianamente impegnati.

Rispetto all’analogo provvedimento approvato in Francia sei mesi fa, la normativa italiana non agisce in senso punitivo, ma in senso promozionale: semplificazione burocratica e incentivi fiscali per coloro che doneranno il cibo in eccesso, senza buttarlo. Nella legge si parla in modo esplicito di pane: sarà possibile donarlo nell’arco delle 24 ore dalla produzione. Potranno donare anche le mense aziendali e scolastiche, così come i ristoranti che saranno impegnati anche a promuovere l’utilizzo delle family bag, i contenitori per portare a casa il cibo avanzato.

Un bel riconoscimento per chi si occupa da anni della raccolta e redistribuzione del pane invenduto: “Esprimiamo grande soddisfazione per l’approvazione definitva di questa legge, commenta Lidia Borzì presidente delle ACLI di Roma, e siamo sicuri che grazie a questa legge il pane a chi serve 2.0 lieviterà ulteriormente”

Potete leggere la notizia su:

Avvenire.it

Repubblica.it

 

 

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Tag:, , , ,